Autonoma valutazione degli interessi di mora, maggiorazione del 2,1% e irrilevanza delle penali

Con la sentenza n°463/2020, pubblicata il 15.7.2020, il Tribunale di Termini Imerese ribadisce:

– l’autonoma rilevanza degli interessi di mora con esclusione di ogni ipotesi di sommatoria;

– che ai fini della verifica del superamento della soglia antiusura degli interessi moratori, sono irrilevanti le spese inerenti al contratto bancario;

– che è ammissibile l’individuazione del c.d. “tasso soglia di mora” con la maggiorazione del 2,1%;

– che ai fini della verifica del rispetto del tasso soglia, sono irrilevanti le penali contrattuali in quanto componenti di costo meramente eventuali.

Tribunale Termini Imerese, sentenza n°463:2020

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Altri articoli