Eccezione di anatocismo e contratto autonomo di garanzia

La Corte di cassazione, in linea con il proprio orientamento sviluppatosi negli ultimi anni (Cass. n°371/2018; Cass. SS.UU. n°3947/2010), ribadisce che, nel contratto autonomo di garanzia, il garante è legittimato a proporre eccezioni fondate sulla nullità anche parziale del contratto base per contrarietà a norme imperative, con la conseguenza che può essere sollevata anche da costui, nei confronti della banca, l’eccezione di nullità della clausola anatocistica, atteso che la soluzione contraria consentirebbe al creditore di ottenere, per il tramite del garante, un risultato che l’ordinamento vieta.

Cass. ord. n°24011-2021

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Altri articoli