Segnalazione in Centrale Rischi: nella sofferenza che giustifica la segnalazione a Bankitalia rientra anche la diminuzione del patrimonio del debitore

Nell’apprezzamento da compiersi circa l’esistenza di una sofferenza, ai fini della verifica della legittimità dell’iscrizione presso la Centrale dei Rischi, entra sicuramente in gioco anche la consistenza patrimoniale del debitore.

Infatti, il dato di un’ipotetica alterazione del patrimonio può infatti concorrere a determinare l’insorgenza di quella situazione di grave difficoltà economica in cui la stessa sofferenza consiste.

(Nella fattispecie, il conferimento di un bene immobile in un fondo patrimoniale – unitamente ad altri eventi, quali la protratta inadempienza e la problematica situazione dell’impresa – legittima la segnalazione in Centrale Rischi).

Cass. n°28635:2020

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Altri articoli